LECCE E SALENTO

I l sole, il mare, il vento. La natura incontaminata è la prima cosa che colpisce arrivando in questo lembo di terra sospeso tra due mari. Il cuore del Salento si estende dalla provincia di Lecce a parte di quella brindisina, dal mare Adriatico allo Jonio tarantino.

Dalle città ai paesi dell’entroterra si svelano i gioielli del Barocco leccese tesori dei Messapi e della Grecìa salentina, storia di un’antica cultura della Magna Gracia riconoscibile nella lingua, nei canti e nelle feste.

Gli amanti del surf, del kite surf e del windsurf si ritrovano immancabilmente lungo le spiagge nei pressi dei laghi Alimini, uno scenario stupendo che si cela agli occhi dei viandanti distratti ma che appassionati del diving conoscono bene non hanno che l’imbarazzo della scelta tra i centri attrezzati e negli incantevoli fondali della costa jonica e di quella tra Otranto e Santa Maria di Leuca.

<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />
<br class=”cactus_br” />

 

COSTE DEL SALENTO

 

Il litorale salentino é caratterizzato da una elevata variabilità dei paesaggi, che spaziano da coste rocciose con piccole insenature chiamate “calette”, a scogliere che arginano il mare in celebri grotte come quella di Castro ovvero la Grotta Romanelli uno fra i piu’ importanti giacimenti preistorici italiani e ‘la perla delle grotte’, la Zinzulusa cosiddetta dal termine dialettale ‘zinzuli’, stracci, con cui i pescatori chiamavano per similitudine le bellissime stalattiti e stalagmiti presenti al suo interno.

BAROCCO LECCESE

 

Lo stile barocco in Puglia si afferma durante la controriforma, sulla spinta e per volonta’ della chiesa di Roma di ostentare con magnificenza i propri simboli. Questo stile architettonico ha in Lecce e in Nardo’ una connotazione propria che lo differenzia dal Barocco di altre regioni poiché trae origine dall’utilizzo della pietra leccese che le conferisce il tipico colore ambrato impiegata per le decorazioni e come maschera sulle strutture su cui è applicata.

GRECIA SALENTINA

 

Nel sud della Puglia, nel cuore del Salento, nove comuni si sono uniti tra di loro per salvare quello che rimane di una cultura antichissima. In questa regione del Salento difatti sopravvivono ancora le tracce della lingua Grika parlata fin dai tempi della Magna Grecia e dei monasteri Basiliani i cui monaci furono dispersi per volere del papa dopo il concilio di Trento.